C’era una volta


da un’idea di e con Loredana Galante
C’era una volta…a cura dell’Associazione culturale Ubik

Scarica tutte le fiabe
15/10/2008
Ci riteniamo soddisfatti del lavoro svolto.
Il primo incontro ha visto raccolte solo donne di diversa età e differente formazione culturale.
Alcune di loro avevano già partecipato al work shop precedente: “Le cose che non ho mai detto”.
È stata fatta una piccola presentazione e sono state lette alcune fiabe di vario genere per dare esempi di durata, intenzione, destinazione…differenziate.
Alcune sono state consegnate, tra cui una senza la fine, dando la possibilità a chi lo volesse di completarla, in alternativa alla proposta di costruirne una propria.
Sono stati fatti alcuni esercizi come scrivere: personaggi, tempi, luoghi, aggettivi, per creare un database collettivo da cui trarre spunto.
Per attingere da stimoli legati al proprio vissuto, si è proposto un esercizio nel quale si chiedeva di abbinare dei ricordi personali a quattro date a scelta.
Si è suggerito come poterli trasformare in suggestioni fantastiche.
Una partecipante aveva già con sé un collage dei propri nipoti.
Anche in questo caso l’associazione Ubik s’impegna a dare il giusto risalto al lavoro svolto, cercando di uscire dal territorio ligure.
La registrazione del fine laboratorio de “Le cose che non ho mai detto” ha partecipato a queste due esposizioni milanesi:
Muri, parole e silenzio a cura di Milli Gandini, Spazio Anfossi, Milano;
Bang Bang- il rumore diventa musica, progetto organizzato e promosso dalla Provincia di Milano in collaborazione con Steve Piccolo e UnDo.Net, nel contesto di “Rumore: un buco nel silenzio” curata da Giacinto Di Pierantonio e Gwy, Spazio Oberdan, Milano
Inoltre, essendo la sede dell’associazione Ubik anche un Bed and Breakfast, le fiabe saranno messe a disposizione dei nuclei familiari ospiti.
A questo proposito, segnaliamo una delle mail ricevute:

“Ma che bella!!!!! L’ho letta alle mie bimbe Nicole e Carlotta. Nicole, dalla meraviglia dei suoi 8 anni, con gli occhi sognanti mi ha detto: “Mamma, che favola bellissima!” Carlotta è intenta a giocare ma, non appena avrà finito di parlare con tutte le sue bambole e orsacchiotti, la leggeremo insieme. Grazie per averla trascritta: la terrò tra le mie cose belle. A più tardi. Mabel.

17/10/2008
Il secondo incontro è stato più problematico: al momento di portare un prodotto finito, varie persone si sono sentite a disagio denunciando mancanza di fantasia, incapacità alla trascrizione…
Per agevolare queste persone è stato usato il registratore ed un membro del gruppo si è offerto di trascriverne alcune.
Rita, la più anziana, che nel primo incontro aveva rispolverato una filastrocca di quando era molto piccola e che ancora ricorda perfettamente a memoria, ha portato nel secondo incontro anche una breve, malinconica fiaba.
L’assenza di alcune persone del primo giorno per motivi personali, da cui raccoglieremo più tardi le fiabe è stata sostituita da altre persone come Dedè, che ha contribuito con la sua conoscenza delle simbologie delle fiabe e con cui abbiamo fatto una diversa analisi di quelle già scritte.
Avendo appreso, durante un’altra conversazione con la maestra Manuela del “Mary Poppino” che i bambini del centro sono in parte extracomunitari, abbiamo pensato di proporre alcune fiabe che parlino di convivenza tra le differenze. Licia ne ha raccontata una di una pietra che fa la conoscenza di tante altre pietre di colore e provenienza diverse.
La nostra intenzione è di proseguire ad utilizzare queste fiabe per creare altre interazioni e ponti tra realtà e generazioni diverse. Saranno fatti dei disegni da parte dei bambini del Mary Poppins e saranno consegnate come stimolo ad attori con cui l’associazione Ubik ha già collaborato, come Giorgia Brusco, insegnante anche alla scuola del Teatro Banchero di Taggia, ed all’attrice Carla Peirolero di Genova.

18/10/2008
Centro “Mary Poppins”: ci è stato descritto che l’affluenza del centro è diversificata e che la soglia di attenzione dei bimbi di varie età è bassa.
Per questo abbiamo pensato ad alcuni elementi di richiamo.
L’abito di Loredana sarà un vestito di pizzo con grandi fiori applicati, atto ad evocare un’immagine fiabesca e si è progettato per l’occasione un cappello magico a sonagli.
Il cappello magico, prendendo spunto dalla reale difficoltà riscontrata da alcune persone nel lasciarsi andare al fantasticare, avrà lo scopo, dopo essere stato indossato, di ispirare i maestri lettori ad inventare o a raccontare una fiaba.

Il sistema dell’associazione nello svolgere e portare a termine i progetti è quello di attenersi
alle linee prefissate in anticipo, ma anche quello di adattarsi con molta elasticità alla situazione che si trova, in modo tale di trarre il massimo da eventuali limiti e condizionamenti che riscontriamo affrontando appunto gli ostacoli come opportunità.

21/10/2008
L’associazione Ubik, tramite l’associazione “Sanremo Jazz” ha contattato il sig. Ninetto Silvano, famoso attore sanremese, che ha aderito con simpatia all’iniziativa aprendo l’incontro.
Il salottino, colorato di puff e tappeti e circondato da piccole sedie colorate, ha costituito una splendida scenografia.
Dopo Ninetto si sono avvicendati i partecipanti del work shop, raccontando alcune delle fiabe e coinvolgendo i bambini
Una danza finale, cui hanno partecipato grandi e piccini, ha terminato allegramente il nostro incontro cui è seguito un rinfresco.

Le fiabe sono state consegnate alle maestre del Mary Poppins per essere illustrate dai bambini.
Il progetto ha coinvolto una dozzina di persone.

  • I redraw
    yourlife

    home page

    “…….. incontro, ricordo, evento dubbio, conflitto, promemoria, delusione, gioia, anniversario, confusione ….. te lo ridisegno” Creare...

    leggi
  • Progetto
    Abat jour

    2_abatjour_ok

    Progetto per la casa circondariale di Genova-Pontedecimo. L' accensione e lo spegnimento dell'abatjours evoca reminiscenze infantili ed è il gesto...

    leggi
  • Oiseux chantant
    en promenade

    3_oiseux_ok

    Un orizzonte alieno al frastuono, quieto, vi riporta indietro al tempo dei libri di favole illustrati. Loredana è un'artista atemporale. Orsetti...

    leggi
© Copyright 2010. MinimaxWhite. All Rights Reserved | Web Design by Mip Design Themes | Site by Webelin