Natale da buttare

L’ associazione culturale Ubik presenta:
Natale da Buttare

giochi, parole e risate per una festa più consapevole
da un’ idea di Loredana Galante

con il contributo della Provincia di Genova, Assessorato alla Cultura, su fondi delegati della Regione Liguria”

“Natale da buttare” è il titolo di questa iniziativa. Due parole in profonda antitesi: natale che ormai si associa a ricchezza e sfarzo e buttare che si usa per le cose senza valore.
La scelta è stata fatta : “Natale da buttare” , perchè finalmente ci si possa accorgere di ciò che buttiamo, di ciò che trascuriamo e si recuperi per citare ancora le nonne il “tener da conto”
Un “Natale da buttare” per ” tener da conto ” i nostri sentimenti, i nostri cari, il nostro tempo, le nostre cose, le nostre potenzialità, le nostre diversità.
Disporci alla condivisione e alla comunanza, nello scambio che è valorizzazione del singolo e arricchimento del gruppo.
Che dire ancora?
Buon natale da buttare!

Premessa – Ecco il Natale.
Anche quest’anno si cerca di recuperare il mal fatto.
Si sprecano discorsi sulla fratellanza e la concordanza fra simili.
Ci si avvicenda in estenuanti preparativi tesi a celebrare questa ricorrenza e a farne un giorno speciale.
Improvvisamente una sensibiltà sopita e trascurata dagli impegni quotidiani si fa largo, e così si presta, finalmente , un pò di attenzione alle persone ed alle cose.
La quantità, la ridondanza e il valore monetario sono, però ancora, i termini di valutazione delle nostre azioni e delle nostre scelte.
Si acquistano regali spesso inutili ed impersonali alimentando un mercato del superfluo che sfocia comunque in insoddisfazione.
Si compensa con la scelta di un regalo costoso, il tempo che occorrerebbe per donare qualcosa di sentito e di specifico, qualcosa di speciale e di personale.
Si consuma al solito tutto di corsa: i negozi e le strade stipate di persone che acquistano il “qualsiasi cosa ” dell’ultimo minuto.
Poi si scarta concitatamente ed è finito tutto.
La cena strabordante di cibi sofisticati, addobbi preziosi, presepi ready made……… ma dov’è finita la manualità, la semplicità, la partecipazione, il gioco?

Programma:
lunedì e martedì 15-16 dicembre: laboratorio con la terza B della scuola Duca degli Abruzzi di Genova- Lagaccio, la maestra Gabriella Paradisi ed i Pappazum
si avrà la possibilità di costruire un manufatto con materiali di scarto o alla portata di tutti.
mercoledì 17 dicembre ore 19.30-20.00: menù di Natale alternativo, un menù ispirato a quelli della nonna che non aveva certo i soldi da sprecare e che faceva tutto da sola per una tavolata numerosa. Le ricette saranno a disposizione durante la serata al Bistrot Il Sorpasso di piazza San Giorgio 1, Genova 010 2472666, è necessaria la prenotazione
giovedì 18 dicembre ore 17,00 esposizione dei libretti del menù di natale a basso costo illustrate dai bambini della terza B alla libreria Book in the Casba in via Prè 137 r Genova
domenica 21 dicembre ore 17,00 Non possono mancare gli auguri di Natale, i buoni sentimenti, ma in chiave ironica e scherzosa. Ancora la bellezza che vinca la malinconia e si possa alleggerire con un po’ di buon umore e con la poesia delle cose belle, anche uno dei giorni più emotivamente pesanti per chi è solo e per chi è in compagnia. Con gli amici e gli artisti del Suq e Carla Peirolero e la scenografia di cartone di Loredana Galante eseguita con materiali poveri e di recupero come il cartone degli scatoloni.
Ospite speciale: Scrooge ( Enrico Campanati) direttamente dal canto di Natale di Dickens
Ancora Ubik con il Suq collaborano per lo
Lo spazio “baratto”: la sorpresa a 0 costo
I bambini sono invitati a presentarsi con un pacchetto da lasciare e scambiarlo con un altro che potrà scegliere fra quelli disponibili ed il cui contenuto conoscerà solo la notte di Natale. Sarà, comunque un valore aggiunto, il fatto di possedere qualcosa appartenuto a qualcun’altro ed uno stimolo all’immaginazione.
Chi parteciperà al baratto riceverà una scheda con delle domande rispetto alla cosa ricevuta ed alla persona alla quale era appartenuta, un bel gioco, un stimolo alla fantasia…e nella stessa famiglia ognuno può dare una sua versione.
Queste storie e questi disegni che soltanto un oggetto avuto gratuitamente e salvato dalla spazzatura avranno stimolato e prodotto saranno raccolte dopo le feste.
Vi aspettiamo ai giardini E. Luzzati di Genova, nel tendone blu, con la complicità dell’ Ipa.

Quindi: qualcosa di diverso, un passatempo, l’antidoto alla noia, un regalo, una serata originale, qualcosa per grandi e piccini da fare insieme a stomaco pieno con un menù facile e diverso senza arrovellarsi. Poi ancora una giornata di festa per andare a guardare le Storie degli altri, magari fare nuove amicizie.

  • I redraw
    yourlife

    home page

    “…….. incontro, ricordo, evento dubbio, conflitto, promemoria, delusione, gioia, anniversario, confusione ….. te lo ridisegno” Creare...

    leggi
  • Progetto
    Abat jour

    2_abatjour_ok

    Progetto per la casa circondariale di Genova-Pontedecimo. L' accensione e lo spegnimento dell'abatjours evoca reminiscenze infantili ed è il gesto...

    leggi
  • Oiseux chantant
    en promenade

    3_oiseux_ok

    Un orizzonte alieno al frastuono, quieto, vi riporta indietro al tempo dei libri di favole illustrati. Loredana è un'artista atemporale. Orsetti...

    leggi
© Copyright 2010. MinimaxWhite. All Rights Reserved | Web Design by Mip Design Themes | Site by Webelin